Contec Ingegneria
Contec AQS
Contec Industry
Pronext
Econ Energy
Gruppo Contec
Open Building
Exenet

Il GRUPPO

  • Concluso il nuovo incubatore d’impresa a Maniago

    Concluso il nuovo incubatore d’impresa a Maniago

    Si sono definitivamente conclusi i lavori per la realizzazione del nuovo incubatore di impresa a Maniago (Pordenone) realizzato dal NIP – Consorzio per il Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone (https://www.consorzionip.it/).

    L’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva è stato aggiudicato a Contec Ingegneria attraverso una procedura di evidenza pubblica, in quanto l’intervento ha beneficiato di un co-finanziamento da parte della Regione Friuli Venezia Giulia.

    L’intervento del nuovo incubatore d’impresa

    Il Consorzio NIP Nucleo per l’industrializzazione della provincia di Pordenone sorge all’interno di un territorio produttivo molto vivace noto in tutto il mondo per la produzione di coltelleria. Ma non solo. Il potenziale di crescita registrato nella comunità ha portato all’investimento in una nuova infrastruttura nel contesto di un incubatore d’impresa per attivare e consolidare nuove attività economiche.
    Ad oggi il Consorzio gestisce 5 aree industriali attrezzate nei comuni di Maniago, Montereale Valcellina, Meduno, Cimolais e Claut, Erto e Casso.

    Il nuovo incubatore d’impresa è composto da ampi spazi dedicati alla produzione, allo stoccaggio, attività complementari direzionali ed amministrative. Gli ambienti sono stati progettati nell’ottica di una complessiva flessibilità e versatilità per accogliere differenti attività economiche sviluppate nell’ambito del Consorzio.

    In questo processo edilizio, si è generato un processo virtuoso che ha visto le parti interessate interagire in modo proattivo per giungere al compimento dell’opera secondo i tempi e i costi programmati, nonostante il difficile periodo nel quale si è sviluppato il cantiere.
    L’attività di progettazione è partita, infatti, a fine 2018 e la realizzazione ha dovuto fare i conti con l’emergenza Coronavirus che nel primo lockdown di marzo aveva inizialmente sospeso anche le attività edili.

    L’approccio BIM oltre la progettazione

    Una nota di merito sull’intervento del nuovo incubatore d’impresa a Maniago va attribuita alla completa applicazione dell’approccio BIM (Building Information Modelling) sviluppato sia in fase di progettazione sia per la gestione del cantiere, fino alla raccolta delle informazioni tecniche destinate alla futura gestione e organizzazione del manufatto durante il proprio processo life-cycle. L’approccio organizzativo e del flusso informativo proposto con efficacia da Gruppo Contec per consentire l’interazione tra le diverse specialità divisionali si dimostra fondamentale supporto per tutta la filiera.

    La squadra

    Sono tanti gli attori di questo processo virtuoso portato avanti, che nel rispetto delle rispettive funzioni, hanno concorso al buon esito dell’iniziativa, sia da parte della stazione appaltante sia da parte del gruppo di lavoro operativo.

    Stazione appaltante NIP Maniago

    Direttore NIP e RUP Responsabile Unico del Procedimento: dott. Saverio Maisto;

    Responsabile tecnico: ing. Paolo Pivato;

    Direttore del cantiere: geom. Massimo Bovolenta (Impresa di costruzioni Sicea);

    Collaudatore tecnico e amministrativo: ing. Ettore Ravazzolo.

    Gruppo Contec

    Progettazione: ing. Elena Padovani, arch. Federico Gaspari, arch. Chiara Patuzzi, arch. Anna Tassan Got (Contec Ingegneria)

    BIM manager: ing. Michele Carradori (BIS-Lab®, laboratorio ricerca sviluppo Gruppo Contec)

    Direzione Lavori: ing. Edoardo Valentini (Contec Ingegneria)

    CSE CSP: arch. Massimiliano Gagliardi, geom. Giuseppe Sivo (Contec AQS)

    Assistenza legale: dott. Stefano Lappa (Pronext)

    Gestione del rapporto con gli Enti – arch. Veronica Fiocco

    Direzione Tecnica: ing. Paolo Cossato, ing. Davide Sganzerla (Contec Ingegneria)

    Responsabile di Commessa: ing. Stefano Savoia (Contec Ingegneria)

     

    Le immagini del nuovo incubatore d’impresa a Maniago

    nip_maniago_1

    nip_maniago_2

    nip_maniago_4

    nip_maniago_5

    nip_maniago_6

    nip_maniago_7

    nip_maniago_9

    nip_maniago_10

    nip_maniago_11

    nip_maniago_12

    Read more

  • ISO 14001 nelle costruzioni per Contec Ingegneria

    ISO 14001 nelle costruzioni per Contec Ingegneria

    Contec Ingegneria aggiunge un’altra importante certificazione internazionale da applicare alle proprie attività di progettazione e project&construction management.

    Read more

  • Maggiori società di ingegneria e architettura italiane: report online

    Maggiori società di ingegneria e architettura italiane: report online

    Puntuale e lusinghiera anche quest’anno la presenza di Gruppo Contec nel report annuale Italian Construction, Architecture and Engineering Industry edito da Guamari a cura del professor Aldo Norsa.

    Read more

  • Superbonus 110% come ottenere la detrazione d’imposta

    Superbonus 110% come ottenere la detrazione d’imposta

    Superbonus 110% è l’agevolazione fiscale introdotta dall’art. 119 del Decreto Rilancio (n. 34/2020) e successive modifiche atta a sostenere lavori edili ed impiantistici per l’efficienza energetica e sismica di abitazioni civili attraverso un meccanismo di detrazione e/o cessione del credito d’imposta. Cosa bisogna considerare per ottenere l’approvazione dall’Agenzia delle Entrate?

    Read more

  • Costruzioni in legno: la torre più alta d’Italia a Rovereto

    Costruzioni in legno: la torre più alta d’Italia a Rovereto

    Procede sempre più in alto l’intervento del nuovo complesso residenziale di housing sociale a Rovereto (Trento) in località Lizzanella al quale partecipa anche Contec Ingegneria incaricata di seguire il project&construction management.

    Read more

  • Webinar gratuiti sull’interoperabilità delle informazioni nei processi edilizi

    Webinar gratuiti sull’interoperabilità delle informazioni nei processi edilizi

    10 webinar gratuiti sono la caratteristica saliente del secondo evento FORWARD, lo spazio intellettuale di Gruppo Contec per la divulgazione e il confronto sull’innovazione nelle costruzioni, mantiene fissa la rotta verso l’orizzonte dell’interoperabilità.

    Read more

    topolino_ricerca scientifica

    La ricerca scientifica sull’energia (e il suo progetto) secondo Topolino

    E’ inaspettato quanto piacevole leggere su Topolino – la nota rivista di fumetti italiana – che uno dei progetti più innovativi seguiti da Contec Ingegneria è diventato il protagonista di una storia all’interno di un progetto per sensibilizzare i più giovani sulla sostenibilità energetica.

    Mercoledì 11 settembre esce in edicola il numero 3329 di Topolino (edito da Panini Comics) con la nuova avventura del ciclo Comic & Science dal titolo “Topolino e il padrone del buio”.

    La ricerca scientifica sulla fusione è stata interpretata da Topolino declinandola sul tema del futuro sostenibile, in stretta sinergia con gli Enti di ricerca italiani che si occupano di energia (Consorzio RFX: ENEA, CNR, INFN, Università di Padova). Contec Ingegneria ha collaborato proprio con il Consorzio RFX all’interno del più grande progetto internazionale sulla fusione nucleare.

    Cosa ha fatto Contec Ingegneria? Leggi qui:

    https://www.gruppocontec.it/il-progetto-di-rfx-ospite-a-superquark/

    https://www.gruppocontec.it/energia-nucleare-articolo-internazionale-sul-progetto-nbtf/

     

    LA STORIA

    Anno 2447: Topolino salva il pianeta dal buio e riaccende l’energia delle stelle.

    Come faranno un topo e l’uomo del futuro dal gonnellino super capiente a riappropriarsi della tecnologia che dà energia al mondo nel 2447, vincendo sul cattivo che vuole il pianeta di nuovo schiavo delle fonti fossili? Non ci sono limiti nella mente curiosa di Topolino che impara prestissimo il funzionamento dei sistemi di accelerazione di particelle e, insieme all’amico Eta Beta, scopre l’arcano segreto dell’energia della fusione.

    Topolino n°3329 porta in edicola un’avventura che affronta il tema del futuro sostenibile, attraverso una storia a fumetti realizzata in sinergia tra gli Enti italiani che si occupano di ricerca sulla fusione nucleare e la redazione di Topolino.  La storia è stata realizzata da Francesco Artibani e illustrata da Stefano Intini che hanno reso su carta una ricerca molto complessa raccontando per immagini e vignette come potrebbe essere un mondo alimentato dall’energia verde e inesauribile. Grazie all’intermediazione di Topolino, la fusione è diventata concettualmente accessibile anche per i giovani lettori del fumetto.

    Il viaggio di Topolino dal 2447 ai giorni nostri ci porta tra le grandi strutture e i complessi macchinari nelle sale sperimentali del Consorzio RFX, a Padova, dove il Presidente, Prof. Francesco Gnesotto, spiega che “per risolvere il problema di come riprodurre sulla terra l’energia del Sole, dobbiamo prima superare alcune precise difficoltà tecnico-scientifiche tra cui quella di portare le temperature all’interno del reattore a fusione fino a 150 milioni di gradi”.

    Il progetto NBTF, affidato ai ricercatori italiani dall’Organizzazione Internazionale ITER, vede la realizzazione di due prototipi del sistema di iniezione di neutri a 1MV: MITICA, l’iniettore ancora in costruzione, e SPIDER, la più potente sorgente di ioni negativi al mondo, sul quale si concentra la storia di Topolino. “Siamo particolarmente contenti che Topolino abbia scelto di raccontare la nostra ricerca – continua Gnesotto – ambientandola in SPIDER che nel primo anno di sperimentazione sta già dando risultati utili alla realizzazione del futuro reattore a fusione”.

    Un’altra grande sfida che gli scienziati italiani stanno portando avanti nel campo della fusione si chiama Divertor Test Tokamak (DTT), un progetto da 500 milioni di euro in corso di avvio a Frascati. Ideato da ENEA in collaborazione con CNR, INFN, i Consorzi RFX e CREATE oltre ad alcune fra le più prestigiose Università italiane, sarà un super laboratorio  all’avanguardia che creerà oltre 1500 posti di lavoro altamente qualificati e avrà un ritorno stimato di 2 miliardi di euro a fronte di un investimento di 500 milioni di euro, già tutto finanziato. L’obiettivo è di sperimentare soluzioni innovative per fornire risposte scientifiche e tecnologiche cruciali ad alcuni nodi ancora da sciogliere nel cammino verso l’energia delle stelle.

    topolino_abstract

    Un estratto dalla rivista

     

    DOVE SIAMO

    Gruppo Contec opera in Italia e all'estero.
    Le nostre competenze, ovunque.

    DOVE SIAMO

    Gruppo Contec opera in Italia e all'estero.
    Le nostre competenze, ovunque.

    DOVE SIAMO

    Gruppo Contec opera in Italia e all'estero.
    Le nostre competenze, ovunque.

    FATTURATO

    fatturato_statico_IT