Contec Ingegneria
Contec AQS
Contec Industry
Pronext
Econ Energy
Gruppo Contec
Open Building
Exenet

Il GRUPPO

  • Concluso il nuovo incubatore d’impresa a Maniago

    Concluso il nuovo incubatore d’impresa a Maniago

    Si sono definitivamente conclusi i lavori per la realizzazione del nuovo incubatore di impresa a Maniago (Pordenone) realizzato dal NIP – Consorzio per il Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone (https://www.consorzionip.it/).

    L’incarico di progettazione definitiva ed esecutiva è stato aggiudicato a Contec Ingegneria attraverso una procedura di evidenza pubblica, in quanto l’intervento ha beneficiato di un co-finanziamento da parte della Regione Friuli Venezia Giulia.

    L’intervento del nuovo incubatore d’impresa

    Il Consorzio NIP Nucleo per l’industrializzazione della provincia di Pordenone sorge all’interno di un territorio produttivo molto vivace noto in tutto il mondo per la produzione di coltelleria. Ma non solo. Il potenziale di crescita registrato nella comunità ha portato all’investimento in una nuova infrastruttura nel contesto di un incubatore d’impresa per attivare e consolidare nuove attività economiche.
    Ad oggi il Consorzio gestisce 5 aree industriali attrezzate nei comuni di Maniago, Montereale Valcellina, Meduno, Cimolais e Claut, Erto e Casso.

    Il nuovo incubatore d’impresa è composto da ampi spazi dedicati alla produzione, allo stoccaggio, attività complementari direzionali ed amministrative. Gli ambienti sono stati progettati nell’ottica di una complessiva flessibilità e versatilità per accogliere differenti attività economiche sviluppate nell’ambito del Consorzio.

    In questo processo edilizio, si è generato un processo virtuoso che ha visto le parti interessate interagire in modo proattivo per giungere al compimento dell’opera secondo i tempi e i costi programmati, nonostante il difficile periodo nel quale si è sviluppato il cantiere.
    L’attività di progettazione è partita, infatti, a fine 2018 e la realizzazione ha dovuto fare i conti con l’emergenza Coronavirus che nel primo lockdown di marzo aveva inizialmente sospeso anche le attività edili.

    L’approccio BIM oltre la progettazione

    Una nota di merito sull’intervento del nuovo incubatore d’impresa a Maniago va attribuita alla completa applicazione dell’approccio BIM (Building Information Modelling) sviluppato sia in fase di progettazione sia per la gestione del cantiere, fino alla raccolta delle informazioni tecniche destinate alla futura gestione e organizzazione del manufatto durante il proprio processo life-cycle. L’approccio organizzativo e del flusso informativo proposto con efficacia da Gruppo Contec per consentire l’interazione tra le diverse specialità divisionali si dimostra fondamentale supporto per tutta la filiera.

    La squadra

    Sono tanti gli attori di questo processo virtuoso portato avanti, che nel rispetto delle rispettive funzioni, hanno concorso al buon esito dell’iniziativa, sia da parte della stazione appaltante sia da parte del gruppo di lavoro operativo.

    Stazione appaltante NIP Maniago

    Direttore NIP e RUP Responsabile Unico del Procedimento: dott. Saverio Maisto;

    Responsabile tecnico: ing. Paolo Pivato;

    Direttore del cantiere: geom. Massimo Bovolenta (Impresa di costruzioni Sicea);

    Collaudatore tecnico e amministrativo: ing. Ettore Ravazzolo.

    Gruppo Contec

    Progettazione: ing. Elena Padovani, arch. Federico Gaspari, arch. Chiara Patuzzi, arch. Anna Tassan Got (Contec Ingegneria)

    BIM manager: ing. Michele Carradori (BIS-Lab®, laboratorio ricerca sviluppo Gruppo Contec)

    Direzione Lavori: ing. Edoardo Valentini (Contec Ingegneria)

    CSE CSP: arch. Massimiliano Gagliardi, geom. Giuseppe Sivo (Contec AQS)

    Assistenza legale: dott. Stefano Lappa (Pronext)

    Gestione del rapporto con gli Enti – arch. Veronica Fiocco

    Direzione Tecnica: ing. Paolo Cossato, ing. Davide Sganzerla (Contec Ingegneria)

    Responsabile di Commessa: ing. Stefano Savoia (Contec Ingegneria)

     

    Le immagini del nuovo incubatore d’impresa a Maniago

    nip_maniago_1

    nip_maniago_2

    nip_maniago_4

    nip_maniago_5

    nip_maniago_6

    nip_maniago_7

    nip_maniago_9

    nip_maniago_10

    nip_maniago_11

    nip_maniago_12

    Read more

  • ISO 14001 nelle costruzioni per Contec Ingegneria

    ISO 14001 nelle costruzioni per Contec Ingegneria

    Contec Ingegneria aggiunge un’altra importante certificazione internazionale da applicare alle proprie attività di progettazione e project&construction management.

    Read more

  • Maggiori società di ingegneria e architettura italiane: report online

    Maggiori società di ingegneria e architettura italiane: report online

    Puntuale e lusinghiera anche quest’anno la presenza di Gruppo Contec nel report annuale Italian Construction, Architecture and Engineering Industry edito da Guamari a cura del professor Aldo Norsa.

    Read more

  • Superbonus 110% come ottenere la detrazione d’imposta

    Superbonus 110% come ottenere la detrazione d’imposta

    Superbonus 110% è l’agevolazione fiscale introdotta dall’art. 119 del Decreto Rilancio (n. 34/2020) e successive modifiche atta a sostenere lavori edili ed impiantistici per l’efficienza energetica e sismica di abitazioni civili attraverso un meccanismo di detrazione e/o cessione del credito d’imposta. Cosa bisogna considerare per ottenere l’approvazione dall’Agenzia delle Entrate?

    Read more

  • Costruzioni in legno: la torre più alta d’Italia a Rovereto

    Costruzioni in legno: la torre più alta d’Italia a Rovereto

    Procede sempre più in alto l’intervento del nuovo complesso residenziale di housing sociale a Rovereto (Trento) in località Lizzanella al quale partecipa anche Contec Ingegneria incaricata di seguire il project&construction management.

    Read more

  • Webinar gratuiti sull’interoperabilità delle informazioni nei processi edilizi

    Webinar gratuiti sull’interoperabilità delle informazioni nei processi edilizi

    10 webinar gratuiti sono la caratteristica saliente del secondo evento FORWARD, lo spazio intellettuale di Gruppo Contec per la divulgazione e il confronto sull’innovazione nelle costruzioni, mantiene fissa la rotta verso l’orizzonte dell’interoperabilità.

    Read more

    apparecchiature_sollevamento

    Marcatura CE delle apparecchiature di sollevamento auto-costruite

    Le attrezzature di sollevamento auto-costruite che utilizzate sono a norma? Quali sono gli adempimenti del datore di lavoro-costruttore? Sono queste le domande che Contec Industry pone nell’ambito della marcatura CE delle apparecchiature di sollevamento alle aziende produttive che impiegano apparecchiature non seriali e che, quindi, impongono procedure di verifiche, monitoraggi e adeguamenti tecnici.

    La movimentazione e il sollevamento all’interno degli stabilimenti produttivi può richiedere l’utilizzo di apparecchiature di sollevamento non standard, diverse da quelle generalmente in commercio.

    E’ frequente quindi l’utilizzo di attrezzature auto-costruite (ganci, bilancini, staffe, pinze, forche…) che devono considerare norme e requisiti tecnici per essere marcate CE, permettendo al datore di lavoro di diventare costruttore a tutti gli effetti.

    Per la maggior parte di queste attrezzature deve anche essere previsto un piano di verifiche, ispezioni, controlli periodici annuali e straordinari da parte di un profilo competente.

    MARCATURA CE

    Gli apparecchi, le attrezzature e gli accessori di sollevamento rientrano nel campo di applicazione della Direttiva Macchine 2006/42/CE e di conseguenza devono ottenere la marcatura CE.

    L’articolo 1 della direttiva specifica che le attrezzature soggette alla Direttiva Macchine sono le attrezzature intercambiabili, componenti di sicurezza, accessori di sollevamento, catene, funi e cinghie. Aggiungendo inoltre che:

    Il fabbricante o il suo mandatario, prima di immettere sul mercato e/o mettere in servizio tali prodotti:

    a) si accerta che soddisfi i pertinenti requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute indicati dall’allegato I;

    b) si accerta che il fascicolo tecnico di cui all’allegato VII, parte A, sia disponibile;

    c) fornisce in particolare le informazioni necessarie, quali ad esempio le istruzioni;

    d) espleta le appropriate procedure di valutazione della conformità ai sensi dell’articolo 12;

    e) redige la dichiarazione CE di conformità ai sensi dell’allegato II, parte 1, sezione A, e si accerta che accompagni la macchina;

    f) appone la marcatura «CE» ai sensi dell’articolo 16.

    Verifiche e ispezioni

    Il D. Lgs. 81/08 (Testo Unico della Sicurezza) obbliga i datori di lavoro ad effettuare i controlli e le verifiche su tutte le attrezzature di lavoro.

    NOVITA’

    UNI Ente Italiano di Normazione (www.uni.com) ha recentemente riportato sul tema: “Accessori per il sollevamento: termina l’inchiesta finale in data 29 gennaio 2018 il progetto di norma U36002460, futuro TR, che fornisce indicazioni sui metodi di controllo, il livello di periodicità e i requisiti del personale per l’esecuzione dei controlli di: brache di fune di acciaio, brache di fibra sintetica, brache di catena, grilli, ganci, golfari e attrezzature amovibili di presa del carico. L’organo tecnico proponente è la Commissione Apparecchi di sollevamento e relativi accessori”.

    Il Rapporto Tecnico rappresenta una guida utile nel campo degli accessori per il sollevamento immessi sul mercato – secondo il D. Lgs 17/2010 (recepimento Direttiva 2006/42/CE) – al fine di stabilire: i metodi di controllo, i controlli periodici, le normative e/o linee guida vigenti in mancanza di specifica indicazione da parte del fabbricante e i requisiti del personale.

    Reportistica

    Come previsto dal D. Lgs. n. 81, articolo 71, comma 9 i risultati dei controlli devono essere riportati per iscritto e, almeno quelli relativi agli ultimi tre anni devono essere conservati e tenuti a disposizione degli organi di vigilanza.

    Alla luce dello scenario tecnico-normativo, emerge quindi per il datore di lavoro-costrutture un profilo di cogenze puntuali che possono richiedere competenze specifiche o l’organizzazione ex-novo di un efficiente sistema esecutivo non presenti in azienda.

    Contec Industry mappa le attrezzature esistenti nell’azienda, evidenziando eventuali anomalie e prendendosi carico del piano di adeguamento necessario per la marcatura CE delle apparecchiature di sollevamento.

    Nella formula chiavi in mano, Contec Industry si assume la responsabilità di costruire, certificare e marcare CE le attrezzature a proprio nome sollevando il datore di lavoro da tale onere. Inoltre monitora e aggiorna il piano delle verifiche e controllo garantendo il rispetto delle scadenze al datore di lavoro e ai suoi delegati.

    Clicca qui per scaricare l’approfondimento tecnico completo sulle macchine e attrezzature di sollevamento e alcune esperienze curate da Contec Industry.

    Per ulteriori informazioni: www.contecindustry.it.

    Tags: , , ,

    DOVE SIAMO

    Gruppo Contec opera in Italia e all'estero.
    Le nostre competenze, ovunque.

    DOVE SIAMO

    Gruppo Contec opera in Italia e all'estero.
    Le nostre competenze, ovunque.

    DOVE SIAMO

    Gruppo Contec opera in Italia e all'estero.
    Le nostre competenze, ovunque.

    FATTURATO

    fatturato_statico_IT